Il ritorno dei messinesi Fratelli Villari da Firenze ospiti dell’ Evento Internazionale EVA Florence 2011

 

I Fratelli Massimo e Gianfranco VILLARI, sono ritornati da un bellissimo viaggio, che li ha portati sino alla città di Firenze ospiti dell’ultima Edizione di un grande Evento Internazionale “EVA FLORENCE 2011”.

Villari Massimo.jpgI due Fratelli messinesi (a lato Massimo), ma soprattutto “Cammaroti” come amano definirsi Loro stessi, che fanno parte (essendo anche i maggiori responsabili, sia per l’impegno reso che per le iniziative create) dell’ Associazione culturale e religiosa “Amici di Santiago i Figli del Tuono”, hanno affermato di aver trascorso alcuni giorni davvero molto interessanti e istruttive. Infatti nei giorni che vanno dal 4 al 6 Maggio, sono stati ospiti in una splendida cornice culturale, scientifica ed artistica, che solo la meravigliosa città di Firenze riesce ad offrire. Durante questi tre giorni molto intensi, in uno dei grandi Hotel di Firenze, il Minerva, si è svolta l’ultima Edizione di un importante Evento Internazionale, “EVA Florence 2011”, dove numerosi ed importanti personaggi del mondo accademico, scientifico e culturale, provenienti da ogni parte del mondo, hanno potuto illustrare e far conoscere meglio, alcune delle ultime importanti scoperte o invenzioni, che si sono fatte negli ultimi anni.

Continuate a leggere

 

Villari Gianfranco.jpgTra i tanti “grandi” Professori, personaggi dello spettacolo o semplici curiosi, venuti anche da molto lontano, come il Giappone o gli Stati Uniti, solo per fare qualche esempio, figuravano anche i Nostri due Fratelli Villari da Messina, anzi per essere più precisi, da Camaro Superiore. Giorno 6 Maggio, infatti è stato il grande momento dell’Ingegnere Massimo Villari (a lato il fratello Gianfranco), che davanti ad un numeroso pubblico, ha preso la parola e in perfetta lingua inglese, ha illustrato la sua recente scoperta, effettuata insieme al fratello Gianfranco. Questa “incredibile” scoperta, parla di uno dei più grandi pittori della storia dell’Arte, e cioè Antonello da Messina, e di come l’artista, in un suo celebre dipinto del 1475 circa, quello della Crocifissione di Anversa, abbia inserito in modo consapevole, uno sfondo “reale” esistente, preso da un preciso punto che si trova presso Camaro Superiore a Messina, e che possiamo vedere anche ai nostri giorni (vedete articoli relativi su questo blog).

L’ingegnere Villari Massimo, ha spiegato gli studi fatti, le ricerche e i particolari vari di questa bella scoperta, anche con un po’ di sano orgoglio messinese, arricchendola anche, con tante immagini grafiche, create dallo stesso. Il Villari, è riuscito ad affascinare, non solo l’entusiasta pubblico, ma anche il Professore Cappellini, Docente della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze, che è rimasto davvero molto colpito ed incuriosito della vicenda. Lo stesso Professor Cappellini, ha rivelato quanto sia stato importante il lavoro svolto dai due Fratelli Villari. Lo stesso ha voluto anche aggiungere, con un po’ di amarezza, che purtroppo nella città di Messina, ma non solo, non si da molto “spazio” ai giovani o ad iniziative ed idee come questa dei Fratelli Villari, che cercano di far conoscere meglio la storia e la Cultura di una città. Le varie Istituzioni, dovrebbero essere un poco più attente, magari aiutando con risorse, se è possibile le ricerche e gli studi storici, artistici o religiosi, mettendo anche più personale competente nel settore di ricerca storico messinese o di altre città. Parlando di Noi stessi, come molti sanno, la città di Messina, ha origini antichissime, e quindi possono esserci davvero, molte cose importanti a livello storico, artistico e sociale, che ancora dovremmo e potremmo sapere e scoprire su questa straordinaria” e unica Città. Una città che vanta di avere, in soli tre/quattro chilometri di spazio, sia verdi montagne a coronarla, che un mare stupendo dalla grande forza espressiva. Abbiamo un Paesaggio davvero meraviglioso, e Antonello da Messina, sicuramente si era accorto di tutta questa bellezza.

Comunque, per chi volesse saperne di più su questo Convegno “EVA Florence 2011” che si è svolto a Firenze, e sui lavori svolti, oltre quello dei Fratelli Villari, vi è un dettagliato resoconto, che potete consultare presso la Biblioteca della Chiesa di S. Maria Incoronata a Camaro Superiore (Messina). Il volume Unico, pensato per tutta la Comunità internazionale è in lingua inglese, ed ha come titolo “Elettronic imaging e the visual Art” Eva 2011 del Prof. Vito Cappellini, edito da Pitagora Bologna. A pagina 100, troverete l’articolo che si riferisce proprio ai Fratelli Villari, dal titolo “The antwerp Crucifition of Antonello da Messina the place of his inspiration in Camaro”.

Noi dell’Associazione, ringraziamo i Fratelli Villari ed il Loro impegno per cercare di promuovere la Nostra bella Vallata e la nostra storia.

Arrivederci e grazie.

 

Il ritorno dei messinesi Fratelli Villari da Firenze ospiti dell’ Evento Internazionale EVA Florence 2011ultima modifica: 2011-05-17T14:20:00+02:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il ritorno dei messinesi Fratelli Villari da Firenze ospiti dell’ Evento Internazionale EVA Florence 2011

Lascia un commento