La Valle del Camaro che prende il nome dal Torrente omonimo – brevi cenni storici

 

La Valle del Camaro, il torrente che si trova a Sud della città di Messina, è una delle aree più ricche di storia e di arte di tutti i Casali dei Peloritani (vedi una immagine sotto di Camaro Superiore vista dalle sue belle colline, clicca se Vuoi zoomare).

DSCF4265.JPG

 

 

Essa anticamente era costituita soprattutto da tre Contrade. Queste Contrade sono appunto: Camaro Superiore, Camaro Inferiore e San Paolo, a questi si aggiungono in tempi più recenti, due Rioni che sono: Cataratti e Bisconte.

L’ area, fa parte del Quartiere conosciuto anche come “Mata e Grifone i Gilanti”, da tutti i suoi abitanti.

Una antica tradizione, molto sentita dai Messinesi e dai “Cammarroti”, vuole infatti che a Camaro siano vissuti due mitici Giganti, MATA e GRIFONE o (Rea e Cam). La leggenda narra che sono loro i fondatori della città di Messina, e che la Gigantessa MATA, era originaria di Camaro, cioè era una “Cammarrota” doc. (Più in là parleremo più dettagliatamente di questa bellissima festa).  

Dominata dal Cinquecentesco Castello Gonzaga, la Valle fu sede di altre fortificazioni nel periodo Umbertino.

Alla fine dell’ Ottocento, possiamo fare risalire la costruzione dell’ imponente Viadotto ferroviario. Ben più triste è, invece la vicenda del tremendo terremoto di Messina, che nel 1908, distrusse gran parte della città e di tutti i paesi vicini, e la Valle del Camaro, venne occupata da una vasta area adibita soprattutto per ospitare i cittadini messinesi, ai quali il terremoto aveva tolto tutto tranne la loro vita (area con baracche).

La seconda Guerra Mondiale, ha portato nuove e terribili sciagure per l’ intera Valle del Camaro, portandola vicino al degrado e all’ isolamento.

La realizzazione in tempi più o meno recenti, prima di uno svincolo Autostradale, molto importante per la circolazione stradale, e poi dell’ intera copertura del torrente, ha portato finalmente un impulso positivo all’ intera area, e al suo giusto rinnovamento.

La Valle del Camaro, oggi è un importante centro artistico e religioso, crocevia tra punti importanti della città di Messina ed il resto della Sicilia e Calabria, ma queste sono altre storie, che racconteremo più avanti.

 

Arrivederci a presto

La Valle del Camaro che prende il nome dal Torrente omonimo – brevi cenni storiciultima modifica: 2011-10-07T12:30:00+02:00da kigei
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento